Giovedì, 21 Settembre 2017 08:57

Dal Forte a forma di stella al santuario della Madonna delle Vittorie Messina mostra i suoi luoghi segreti

Scritto da  Ufficio Stampa

Centosettanta pezzi antichi di grande bellezza, con colori accesi e sfumature seducenti: brocche e vasi, soprattutto, che Cesare e Doris Zipelli hanno raccolto tra Italia e Spagna in tanti anni, e che sono il cuore del Museo delle Ceramiche nell’antiquarium dell’Università: è solo uno dei ventotto luoghi che anche questo weekend apriranno a Messina per Le Vie dei Tesori. Dopo il bellissimo successo dello scorso fine settimana – la manifestazione era al suo debutto, ma ha raccolto lo stesso 5 mila spettatori, con una punta alla Badiazza, il luogo più visitato in assoluto, con  il Forte San Salvatore e il Sacrario di Cristo Re – si replica da domani (venerdì 22 settembre) a domenica. Il Museo delle Ceramiche è aperto sabato e domenica (10 > 17,40) ma già domani (10 > 17,30) si può visitare sia Forte Ogliastri, la fortezza a forma di stella voluta da Carlo V e progettata dal Ferramolino; che Palazzo Zanca, la sede del Municipio che scopre al pubblico il suo segreto, i resti di mura greche e le sculture delle due eroine del Vespro, Dina e Clarenza. E alla rivolta del Vespro è legato alla lontana anche il santuario della Madonna di Montalto, che fu il primo edificio di culto ricostruito dopo il terremoto del 1908: è infatti intitolato alla Madonna che venne in difesa dei messinesi assediati dai francesi, prendendo così il nome di Madonna delle Vittorie (sabato 10 > 14.40 e domenica 12 > 17.40).

 

Ma è tutta Messina ad essere coinvolta in un unico storytelling  che riannoda fili, scopre giardini segreti, si affaccia sul mare e recupera la memoria di una città che, dopo il catastrofico terremoto del 1908, ha saputo ricostruire ne ricostruirsi. Si va sulle tracce di Antonello: dalla chiesa di Sant’Elia dove il pittore firmò un gonfalone per la Confraternita dei Disciplinanti, alla chiesa di Santa Maria di Gesù Superiore, nella cui cripta, leggenda vuole che sia sepolto; fino al Museo Regionale che conserva due sue opere accanto a due tele del Caravaggio, e partecipa a Le Vie dei Tesori soltanto sabato, dalle 10 alle 17,30.

 

Il festival, nato a Palermo 11 anni fa, per la prima volta ha superato i confini del capoluogo siciliano e abbracciato l’intera isola; sono infatti coinvolte anche questo weekend, un’ottantina di luoghi tra Agrigento, Siracusa e Caltanissetta. Che si aggiungono ai 110 di Palermo, visitabili nei cinque fine settimana di ottobre. La formula è sempre quella rodata del capoluogo, la stessa che l’anno scorso ha fatto accorrere 215 mila visitatori con una ricaduta economica sulla città di circa 2 milioni e mezzo di euro: creare una rete tra i siti noti o poco conosciuti o addirittura inediti, e “raccontarli” tramite visite guidate. Per ogni visita si paga 1 euro (acquistando on line i carnet da 5 o 10 luoghi) o 2 euro sul posto (acquistando i biglietti nei cinque HUB nella città: Museo provinciale del ‘900, chiesa della Santa Maria della Valle - Badiazza, Parco Horcynus Orca, Parco sociale di Forte Petrazza, Sacrario del Cristo Re e Torre Ottagona).

 

Pronti quindi per partire alla riscoperta della città: per scoprire che esiste un ricovero, quello dei Cappellini, dove sotto i bombardamenti, si rifugiarono 800 persone per volta; che a Messina esistono centinaia di chiese, alcune delle quali – come Gesù e Maria del Buon Viaggio, San Tommaso il Vecchio o il Buon Pastore - aprono soltanto per la messa. E che possiede un giardino segreto, quello amato dal Kaiser Guglielmo II, che vide nascere l’amore tra il diplomatico tedesco Franz von Wantoch Rekowoski e la dolce Luisa Leila Sanderson. Le Vie dei Tesori – che a Messina e Siracusa arriva con il supporto dell’Assessorato regionale ai Beni Culturali – prevede anche le famose “passeggiate” a tema. L’associazione Aura propone due tour urbani “Sulle orme del mito”, sabato alle 9,30, partenza dalla Fontana del Nettuno; e “Sulle orme del sacro”, domenica, stesso orario, dalla Passeggiata a mare di fronte alla Prefettura. E c’è ancora tempo per sottoscrivere Le Vie dei Tesori Card, per sostenere il Festival e non perdersi nulla, visto che la carta sarà valida in tutte le città del circuito, realizzata in collaborazione con Trenitalia.

Letto 45 volte

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed al miglioramento di funzionalità legate ad una migliore esperienza di navigazione.

Proseguendo la navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa sull’utilizzo dei cookie

Uso dei cookie

Il sito "Radio Messina Sud" utilizza i Cookie per rendere i servizi semplici ed efficienti per l’utenza che visiona le pagine di navigazione.
Gli utenti che visionano i nostri siti, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’utente.
Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.
Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di: memorizzare le preferenze inserite, evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password, analizzare l’utilizzo dei servizi e dei contenuti forniti dai Siti per ottimizzarne l’esperienza di navigazione e i servizi offerti.



Tipologie di Cookie utilizzati sul sito di Radio Messina Sud

Ecco i tipi di cookie utilizzati nel Sito Radio Messina Sud:

Cookie Tecnici
Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie, persistenti e di sessione, persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata
di sessione: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso
Questi cookie, inviati sempre dal dominio del sito di navigazione, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

Cookie analitici
I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. Useremo queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul sito. I cookie analitici sono inviati dal sito stesso o da domini di terze parti.

Cookie di analisi di servizi di terze parti
Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni ai nostri siti.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti
Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito.

Cookie di profilazione
Sono cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del sito.

Secondo la normativa vigente, Radio Messina Sud non è tenuta a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics inseriti sui siti, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’utente con una o più di una delle seguenti modalità:

Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito.
Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti
Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del sito.